Classi di astronavi del Secondo Impero

Il Secondo Impero è la maggiore potenza dello Spazio Conosciuto; nelle migliaia di pianeti che lo compongono vengono costruite le astronavi che compongono le sue immense flotte.
Le più diffuse sono le seguenti, tutte le altre possono essere considerate come delle variazioni sia in tema di tipologia di armamento che come livello tecnologico.

Corvette
Le corvette imperiali vanno dalle 200 alle 400 tonnellate e svolgono il ruolo di scorta per le altre astronavi, accompagnandole a breve distanza ed assicurando un fuoco di copertura contro caccia e bombardieri e contro eventuali missili e torpedini.

Corvetta missilistica
Tonnellate: 400
Equipaggio: 10
Accelerazione massima: 6
Salto: 3
Cargo: 6
Armatura: leggera
Armamento principale: 3 barbacane lanciamissili, 2 torrette laser
Complemento: nessun
Queste corvette agili e veloci forniscono un’ottima copertura contro eventuali caccia nemici: potendo far affidamento su salve di 15 missili per volta sono infatti in grado di minacciare un gran numero di piccole navette per volta.

Cannoniera
Tonnellate: 300
Equipaggio: 8
Accelerazione massima: 6
Salto: 3
Cargo: 8
Armatura: leggera
Armamento principale: 2 barbacane a particelle, 1 torretta laser
Complemento: nessun
Le cannoniere forniscono un utile complemento leggero adatto a colpire tanto altre corvette quanto fregate e destroyer, usualmente vengono utilizzate in grandi numeri per aggredire le astronavi di stazza maggiore. Altrimenti piccoli squadroni di cannoniere sono in grado di fornire una scorta per eventuali carrier contro attacchi improvvisi portati da raid di fregate.

Corvetta
Tonnellate: 200
Equipaggio: 13
Accelerazione massima: 6
Salto: 3
Cargo: 20
Armatura: leggera
Armamento principale: 8 torrette laser
Complemento: nessun
Questa corvetta rappresenta l’archetipo dell’astronave di scorta ed utilizza i suoi armamenti per affrontare eventuali attacchi da parte di caccia e bombardieri; il suo armamento è inoltre in grado di svolgere un ruolo utile anche come difesa antimissile.

Fregate
Le fregate imperiali vanno dalle 800 alle 1.600 tonnellate, generalmente servono come astronavi di pattuglia e di scorta, il loro armamento non permette loro di svolgere un effettivo ruolo nelle battaglie spaziali ma la loro velocità le rende ottime astronavi messaggere e perfette per braccare eventuali caccia o bombardieri o per tentare sortite a lungo raggio contro eventuali portaerei senza scorta.

Fregata Pesante
Tonnellate: 1.600
Equipaggio: 46
Accelerazione massima: 6
Salto: 3
Cargo: 23
Armatura: leggera
Armamento principale: 2 baie a particelle, 2 barbacani lanciatorpedini
Complemento: 1 squadra marines
Le fregate pesanti vengono usate principalmente come scorta per mercantili ed altre astronavi sia civili che militari, il loro armamento pesante le rende però particolarmente adatte a combattere contro astronavi di dimensioni maggiori, piuttosto a cacciare le classiche astronavi pirata.

Fregata
Tonnellate: 1.200
Equipaggio: 41
Accelerazione massima: 6
Salto: 3
Cargo: 71
Armatura: leggera
Armamento principale: 2 barbacani a particelle, 2 barbacani lanciatorpedini, 2 barbacani lanciamissili
Complemento: 1 squadra marines
Le fregate sono astronavi multiruolo a cui vengono generalmente riservati compiti di scorta, in particolar modo dei convogli mercantili e delle astronavi arsenale e da trasporto. Altrettanto spesso le fregate svolgono il ruolo di pattugliare il sistema alla ricerca delle forze nemiche oppure vengono inviate in missioni di “search and destroy” contro eventuali pirati: il loro armamento le rende infatti molto adatte ad affrontare astronavi di piccole dimensioni e con corazzatura leggera.

Fregata Leggera
Tonnellate: 800
Equipaggio: 33
Accelerazione massima: 6
Salto: 3
Cargo: 50
Armatura: leggera
Armamento principale: 1 barbacane a particelle, 1 barbacane lanciatorpedini, 1 barbacane lanciamissili
Complemento: 1 squadra marines
Le fregate leggere svolgono lo stesso ruolo delle normali fregate, le limitate dimensioni ne limitano ulteriormente l’armamento rendendole inadatte ad affrontare astronavi di classi maggiori.

Destroyer
La classe dei destroyer imperiali comprende astronavi che vanno dalle 2.500 alle 7.500 tonnellate; il loro ruolo è quello di astronave da scorta ma soprattutto quello di dare supporto e fungere da piattaforma di fuoco dedicata all’annientamento delle astronavi di piccole dimensioni, dai caccia alle torpediniere fino alle corvette e alle fregate.

Destroyer Pesante
Tonnellate: 7.500
Equipaggio: 216
Accelerazione massima: 5
Salto: 3
Cargo: 277
Armatura: leggera
Armamento principale: 6 baie pesanti a particelle, 2 baie lanciatorpedini, 2 baie lanciamissili, 16 barbacani a particelle
Complemento: 1 plotone di marines, 2 shuttle
Questa classe di destroyer ricopre il ruolo di scorta per le astronavi di linea fornendo un fuoco di supporto contro altre astronavi di classe simile o contro eventuali incrociatori: il suo armento pesante la rende infatti adatta ad ingaggiare astronavi da guerra dotate di corazzatura leggera o media.

Destroyer Missilistico
Tonnellate: 6.000
Equipaggio: 190
Accelerazione massima: 5
Salto: 3
Cargo: 168
Armatura: leggera
Armamento principale: 3 baie lanciatorpedini, 3 baie lanciamissili, 20 barbacani a particelle
Complemento: 1 plotone di marines, 1 shuttle
Questo tipo di destroyer non funge da semplice scorta, con il semplice obbiettivo di proteggere da bombardieri e corvette, ma si occupa di distruggerle da distante usando le sue rastrelliere di missili e torpedini: i primi in grado di ingaggiare contemporaneamente un gran numero di cacciabombardieri e le seconde in grado di colpire dalla seconda linea eventuali corvette o fregate impegnate in tentativi di infiltrarsi nello schieramento.

Destroyer
Tonnellate: 5.000
Equipaggio: 197
Accelerazione massima: 5
Salto: 3
Cargo: 90
Armatura: leggera
Armamento principale: 2 baie lanciatorpedini, 12 barbacani a particelle, 12 barbacani lanciamissili
Complemento: 1 plotone di marines, 1 shuttle
Questo è il classico modello di destroyer, costruito con l’obbiettivo di ingaggiare astronavi di piccole dimensioni e con corazzatura leggera e proteggendo così da questi pericoli minori le astronavi di linea o le portaerei.

Destroyer Leggero
Tonnellate: 2.500
Equipaggio: 148
Accelerazione massima: 5
Salto: 3
Cargo: 17
Armatura: leggera
Armamento principale: 6 barbacani a particelle, 8 barbacani lanciamissili, 2 barbacani lanciatorpedini
Complemento: 1 plotone di marines, 1 shuttle
Si tratta semplicemente della versione ridotta del normale destroyer ed assolve ai medesimi compiti ed alla medesima funzione.

Incrociatori
Gli incrociatori imperiali vanno dalle 10.000 alle 200.000 tonnellate con una funzione che va da quella di semplice scorta a quella di nave di linea; il loro tipico ruolo consiste nello svolgere missioni a medio o lungo raggio in via autonoma.

Grande Incrociatore
Tonnellate: 200.000
Equipaggio: 3.593
Accelerazione massima: 3
Salto: 3
Cargo: 26.038
Armatura: media
Armamento principale: 4 armi centrali a particelle, 60 batterie a particelle, 40 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 1 battaglione di marines, 100 cacciabombardieri, 200 caccia, 50 bombardieri, 40 shuttle e navette da sbarco
Questi Incrociatori costituiscono le ammiraglie delle Flotte di Sottosettore nelle aree interne dell’Impero, dove il pericolo di un’invasione esterna è limitato e la maggior parte delle missioni militari sono costituite da crociere a lungo raggio per i principali sistemi abitati per ricordare ai cittadini fedeli e ribelli che l’Impero è sempre lì a garantire la sua pace. Queste grandi astronavi sono strutturate per poter svolgere in autonomia qualsiasi ruolo: hanno un robusto armamento in grado di renderle adatte ad una battaglia spaziale con altre navi pesanti, un numero complemento di marines le permette di effettuare rapidi sbarchi ed assalti orbitali mentre le numerose navette le permettono di svolgere un ruolo degno di una carrier leggera.

Incrociatore da Battaglia
Tonnellate: 120.000
Equipaggio: 1.330
Accelerazione massima: 4
Salto: 3
Cargo: 586
Armatura: media
Armamento principale: 3 armi centrali a particelle, 60 batterie a particelle, 20 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 1 compagnia marines
Gli incrociatori da battaglia sono dotati di potenti motori e di un pesante armamento, a scapito della corazzatura: questo li rende perfetti per supportare le corazzate e le altre astronavi di linea in battaglia, dove possono fornire un rapido supporto o coprire i lati dello schieramento grazie alla loro superiore velocità. La loro principale debolezza, alla luce del loro ruolo in combattimento, diventa proprio la loro corazzatura, troppo leggera per permettergli di impegnarsi a fondo in battaglia in quanto non potrebbero resistere a lungo sotto il fuoco delle altre navi di linea avversarie.

Incrociatore Corazzato
Tonnellate: 120.000
Equipaggio: 1.831
Accelerazione massima: 4
Salto: 3
Cargo: 1.596
Armatura: pesante
Armamento principale: 3 armi centrali a particelle, 40 batterie a particelle, 40 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 2 compagnie marines; 40 caccia, 20 cacciabombardieri, 10 bombardieri, 11 shuttle e navette da sbarco
Si tratta di una vecchia classe di incrociatori che rinunciando eccessivamente all’armamento principale per un maggiore complemento di truppe e navette e per una robusta corazzatura pesante si è rivelato troppo poco armato per poter effettivamente rivaleggiare contro astronavi di simile dimensione e ruolo. Per tale motivo queste astronavi sono state relegate al servizio nei Sottosettori lontani dal confine imperiale.

Incrociatore Pesante
Tonnellate: 100.000
Equipaggio: 1.706
Accelerazione massima: 4
Salto: 3
Cargo: 497
Armatura: media
Armamento principale: 2 armi centrali a particelle, 40 batterie a particelle, 40 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 2 compagnie di marines, 40 cacciabombardieri, 60 caccia, 10 bombardieri, 16 shuttle e navette da sbarco
L’incrociatore pesante rappresenta la classica astronave di supporto: sufficientemente armata da colpire con forza anche un’astronave da battaglia e perfettamente in grado di affrontare vittoriosamente altri incrociatori. Il piccolo complemento di navette e marines la rende adatta ad affrontare qualsiasi tipo di missione in completa autonomia.

Incrociatore Missilistico
Tonnellate: 80.000
Equipaggio: 1.046
Accelerazione massima: 4
Salto: 3
Cargo: 3.172
Armatura: media
Armamento principale: 1 arma centrale a particelle, 100 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 1 compagnia di marines, 10 shuttle
Questo incrociatore rinuncia al normale armamento a particelle per sostituirlo con un’imponente capacità di fuoco basata sulle torpedini: questo gli consente di ingaggiare il nemico a grandissima distanza e con volumi tali da permettergli di saturare le capacità antimissile dell’avversario.

Incrociatore
Tonnellate: 60.000
Equipaggio: 1.355
Accelerazione massima: 4
Salto: 3
Cargo: 5.516
Armatura: media
Armamento principale: 1 arma centrale a particelle, 10 batterie a particelle, 20 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 2 compagnie di marines, 25 cacciabombardieri, 50 caccia, 16 shuttle e navette da sbarco
Si tratta della versione leggera dell’incrociatore leggero, armato in modo simile ed equipaggiato con il medesimo complemento di marines con un rilevante supporto di navette e shuttle. Queste potenti astronavi si occupano di raggiungere i singoli sistemi imperiali per supportarli contro minacce locali ed attacchi a bassa intensità: non sono in grado di impensierire una corazzata di linea ma la loro versatilità e le loro dimensioni di tutto rispetto sono sufficienti ad impensierire eventuali potenze locali senza apparire a loro volta come una minaccia di un’offensiva di origine imperiale.

Incrociatore
Tonnellate: 40.000
Equipaggio: 865
Accelerazione massima: 5
Salto: 3
Cargo: 470
Armatura: media
Armamento principale: 1 arma centrale a particelle, 4 batterie a particelle, 4 baie pesanti lanciatorpedini, 4 baie pesanti a particelle
Complemento: 1/2 compagnia di marines, 25 caccia, 5 shuttle
Questo incrociatore è l’esponente più imponente della categoria degli incrociatori leggeri: mantiene il caratteristico armamento eterogeneo di batterie e baie in grado di renderlo efficacie contro astronavi di classe e dimensione sia simile che inferiore, mentre l’arma centrale lo rende in grado di poter assumere un ruolo attivo anche in caso di battaglia di linea.

Incrociatore Leggero
Tonnellate: 20.000
Equipaggio: 542
Accelerazione massima: 5
Salto: 3
Cargo: 727
Armatura: media
Armamento principale: 1 arma centrale a particelle, 4 baie pesanti a particelle, 4 baie lanciatorpedini, " baie lanciamissili
Complemento: 1/2 compagnia di marines, 5 shuttle
Si tratta del classico incrociatore leggero imperiale, adatto a missioni in autonomia quanto al ruolo di scorto per astronavi di maggiore importanza e dimensione; mantiene un’arma centrale affiancate ad alcune baie per poter affrontare astronavi più leggere e non particolarmente corazzate.

Incrociatore Piccolo
Tonnellate: 10.000
Equipaggio: 391
Accelerazione massima: 5
Salto: 3
Cargo: 110
Armatura: media
Armamento principale: 4 baie pesanti a particelle, 2 baie lanciatorpedini, " baie lanciamissili
Complemento: 1/2 compagnia di marines, 25 caccia, 5 shuttle
Questo piccolo e leggero incrociatore mantiene il ruolo dei suoi cugini di maggiori dimensioni ma, rinunciando all’arma centrale, ne perde la capacità di essere un utile supporto in caso di battaglia di linea.

Corazzate
Le corazzate imperiali vanno dalle 160.000 alle 480.000 tonnellate e fungono da astronavi di linea in battaglia. Raramente una corazzata viene avvistata al di fuori dalle battaglie, sul campo vengono schierate in gran numero dall’impero, disposte in formazione per assicurare la massima concentrazione di fuoco contro il nemico e la possibilità di far arretrare quelle maggiormente danneggiate proteggendole dagli attacchi prima che possano essere danneggiate troppo gravemente. Queste astronavi rinunciano quasi completamente all’armamento più leggero e possono quindi esporsi agli attacchi da parte dei bombardieri nemici, contro i quali comunque la pesante corazzatura garantisce una difesa generalmente sufficiente e proprio per contrastare un tale tipo di minaccia a quasi tutte le classi di corazzate è aggregato un complemento di caccia.

Corazzata
Tonnellate: 300.000
Equipaggio: 3.156
Accelerazione massima: 3
Salto: 3
Cargo: 8.422
Armatura: pesante
Armamento principale: 8 armi centrali a particelle, 160 batterie pesanti a particelle, 6 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 2 compagnie marines, 10 shuttle, 100 caccia, navette da sbarco pesanti
Le corazzate formano la linea di battaglia, questo modello rappresenta la variante più imponente tra quelle utilizzate nelle flotte imperiali, le maggiori dimensioni gli permettono di armarsi con un numero maggiore di batterie e con un arma centrale più potente rispetto alle corazzate più piccole.

Corazzata
Tonnellate: 240.000
Equipaggio: 2.655
Accelerazione massima: 3
Salto: 3
Cargo: 8.715
Armatura: pesante
Armamento principale: 6 armi centrali a particelle, 120 batterie pesanti a particelle, 20 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 2 compagnie marines, 10 shuttle, 100 caccia, navette da sbarco pesanti
Leggermente più piccola della classe precedente ma comunque più imponente della tipica corazzata di linea, questo modello è in grado di schierare un numero maggiore di batterie.

Corazzata
Tonnellate: 220.000
Equipaggio: 2.528
Accelerazione massima: 3
Salto: 3
Cargo: 7.870
Armatura: pesante
Armamento principale: 6 armi centrali a particelle, 108 batterie pesanti a particelle, 16 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 2 compagnie marines, 10 shuttle, 100 caccia, navette da sbarco pesanti
Si tratta di una delle tipiche classi di corazzate imperiali, di cui condivide appieno tutti i pregi ed i difetti.

Corazzata
Tonnellate: 200.000
Equipaggio: 2.405
Accelerazione massima: 3
Salto: 3
Cargo: 7.529
Armatura: pesante
Armamento principale: 6 armi centrali a particelle, 96 batterie pesanti a particelle, 12 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 2 compagnie marines, 10 shuttle, 100 caccia, navette da sbarco pesanti
Si tratta di una delle tipiche classi di corazzate imperiali, di cui condivide appieno tutti i pregi ed i difetti.

Corazzata a lungo raggio
Tonnellate: 200.000
Equipaggio: 2.453
Accelerazione massima: 3
Salto: 5
Cargo: 455
Armatura: pesante
Armamento principale: 6 armi centrali a particelle, 96 batterie pesanti a particelle, 12 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 2 compagnie marines, 10 shuttle, 100 caccia, navette da sbarco pesanti
Questa classe rinuncia allo spazio di cargo, utile per il trasporto di materiali, parti e munizioni di riserva e truppe, per far posto ai potenti motori a salto, che la rendono più flessibile nello spostamento strategico e più adatta a fungere da riserva per bloccare eventuali offensive nemiche.

Corazzata a corto raggio
Tonnellate: 200.000
Equipaggio: 2.453
Accelerazione massima: 3
Salto: 1
Cargo: 559
Armatura: pesante
Armamento principale: 8 armi centrali a particelle, 100 batterie pesanti a particelle, 4 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 2 compagnie marines, 10 shuttle, 100 caccia, navette da sbarco pesanti
Questa classe rinuncia tanto al cargo quanto ai normali motori a salto per incrementare la sua capacità di fuoco. A livello strategico queste astronavi vengono viste come vere e proprie postazioni fisse, difficilmente riposizionabili per difendere un diverso sistema ma in grado di dare un grande supporto difensivo laddove sono dislocate.

Corazzata missilistica
Tonnellate: 200.000
Equipaggio: 2.506
Accelerazione massima: 3
Salto: 3
Cargo: 4.523
Armatura: pesante
Armamento principale: 6 armi centrali a particelle, 48 batterie pesanti a particelle, 120 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 2 compagnie marines, 10 shuttle, 100 caccia, navette da sbarco pesanti
Pur non rinunciando alle sue armi centrali questa corazzata scambia buona parte delle sue batterie con delle baie lanciatorpedini: questa classe è quindi ottimamente armata per gli ingaggi a lunga e lunghissima distanza o per svolgere un ruolo di supporto dalla seconda linea di battaglia da cui potrà colpire con torpedini ed armi centrali e potrà in caso di necessità prendere il posto delle corazzate troppo danneggiate per mantenere la prima linea.

Corazzata
Tonnellate: 180.000
Equipaggio: 2.269
Accelerazione massima: 3
Salto: 3
Cargo: 5.165
Armatura: pesante
Armamento principale: 6 armi centrali a particelle, 84 batterie pesanti a particelle, 12 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 2 compagnie marines, 10 shuttle, 100 caccia, navette da sbarco pesanti
Si tratta di una delle tipiche classi di corazzate imperiali, di cui condivide appieno tutti i pregi ed i difetti.

Corazzata
Tonnellate: 160.000
Equipaggio: 2.132
Accelerazione massima: 3
Salto: 3
Cargo: 2.810
Armatura: pesante
Armamento principale: 6 armi centrali a particelle, 72 batterie pesanti a particelle, 12 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 2 compagnie marines, 10 shuttle, 100 caccia, navette da sbarco pesanti
Più piccola delle altre corazzate, questa classe rinuncia ad una parte delle batterie ma mantiene intatto il grosso del suo potenziale offensivo, garantito dal suo armamento centrale.

Grande corazzata pesante
Tonnellate: 360.000
Equipaggio: 4.402
Accelerazione massima: 2
Salto: 3
Cargo: 195
Armatura: pesante
Armamento principale: 12 armi centrali a particelle, 420 batterie pesanti a particelle, 20 batterie a particelle, 40 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 2 compagnie marines, 10 shuttle
Le grandi corazzate rappresentano un vecchio modello che è stato nel tempo mantenuto attivo ed aggiornato: la loro potenza di fuoco si concentra sul suo armamento centrale, unica arma frontale insieme a qualche batteria, e soprattutto sul gran numero di batterie pesanti fisse, poste sui fianchi dell’astronave. Questa particolare configurazione le rende meno efficienti sulla linea di battaglia, vista l’impossibilità di concentrare contemporaneamente tutte le armi contro il medesimo bersaglio, nel contempo la capacità di cambiare il fianco posto verso il nemico, sostituendo quello danneggiato con l’altro ancora intatto, ne aumenta la resistenza. Infine la loro particolare disposizione rende queste corazzate adatte ad una tattica di infiltrazione all’interno del muro di battaglia nemico: durante l’avanzata frontale vengono utilizzate le armi centrale mentre una volta inseritesi tra le singole astronavi nemiche aprono il fuoco con le armi di entrambe le fiancate contro altrettanti bersagli.

Grande corazzata
Tonnellate: 240.000
Equipaggio: 2.831
Accelerazione massima: 2
Salto: 3
Cargo: 132
Armatura: pesante
Armamento principale: 4 armi centrali a particelle, 320 batterie pesanti a particelle, 20 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 1 compagnia marines, 10 shuttle
Questa classe mantiene le stesse caratteristiche della precedente, ma in dimensioni più ridotte, rinunciando quindi a molta della capacità di fuoco frontale e riducendo al contempo anche le batterie laterali.

Supercorazzata pesante
Tonnellate: 480.000
Equipaggio: 4.185
Accelerazione massima: 2
Salto: 3
Cargo: 2.399
Armatura: pesante
Armamento principale: 9 armi centrali a particelle, 280 batterie pesanti a particelle
Complemento: 1 compagnia marines, 6 shuttle
Le supercorazzate imperiali rappresentano l’apice della ricerca militare dell’Impero: la loro forma conica le rende in grado di concentrare la quasi totalità del loro fuoco contro un unico bersaglio, massimizzando quindi la loro potenza offensiva. Grazie alle loro dimensioni le supercorazzate sono inoltre in grado di portare sul campo un maggior numero di armi centrali e batterie pesanti rispetto alle comuni corazzate.

Supercorazzata
Tonnellate: 320.000
Equipaggio: 12.840
Accelerazione massima: 2
Salto: 3
Cargo: 5.088
Armatura: pesante
Armamento principale: 7 armi centrali a particelle, 180 batterie pesanti a particelle
Complemento: 1 compagnia marines, 4 shuttle
Più piccola della precedente classe, ne mantiene comunque tutte le caratteristiche fondamentali.

Dreadnought
Le dreadnought imperiali vanno dalle 400.000 alle 900.000 tonnellate e rappresentano le astronavi più grandi e corazzate della Flotta Imperiale. Le dreadnought fungono sia da astronavi di linea che da portaerei, sono infatti dotate di un numeroso complemento di caccia e bombardieri: a tutti gli effetti queste gigantesche astronavi comprendono al loro interno la loro scorta e sono in grado di ingaggiare qualsiasi tipo di nemico: dai cacciabombardieri alle corazzate passando per tutte le classi intermedie.

Dreadnought pesante
Tonnellate: 900.000
Equipaggio: 19.623
Accelerazione massima: 2
Salto: 3
Cargo: 2.399
Armatura: pesante
Armamento principale: 24 armi centrali a particelle, 260 batterie pesanti a particelle, 40 baie pesanti lanciatorpedini
Complemento: 10 compagnie marines, 40 navette da sbarco pesanti, 30 shuttle pesanti, 60 shuttle, 1.600 cacciabombardieri, 1.200 cacciabombardieri pesanti, 200 bombardieri pesanti, 200 torpedinieri
Questo gigante domina lo spazio di battaglia e fa affidamento sulle sue titaniche armi centrali per colpire le corazzate nemiche, mentre l’enorme complemento di caccia e bombardieri è in grado di schermarla dalle incursioni nemiche e di svolgere attacchi a lunghissimo raggio.

Classi di astronavi del Secondo Impero

La Confederazione e l'Impero ashardalon